• Français
  • English
  • Italiano
separator
previous next
1 of 5

Il Parco Dipartimentale della Valmasque

Tutto intorno al tecnopolo di Sophia Antipolis, costruito in un ambiente naturale preservato, il Conseil général ha voluto mantenere uno spazio verde, i cui fiori all’occhiello sono i parchi dipartimentali della Valmasque e della Brague.

Composto da tre colline boscose che si alternano a valli dalle forme sinuose estese tra i piccoli affluenti del fiume Brague (Valmasque e Bouillide), questo parco, ideale per i bambini, vi accoglie con tutta la famiglia per delle passeggiate all’insegna dell’osservazione della natura, dei giochi o dei percorsi sportivi.

Alla scoperta dello stagno dei fiori di loto

Il territorio che racchiude lo stagno di Fontmerle è un polo di attrazione di grande ricchezza biologica e di una bellezza sorprendente. Durante le vostre escursioni nel parco attraverserete la pineta dominata dal pino d’Aleppo, la foresta di quercie dove, nascoste fra i pini, crescono le querce mediterranee, ed infine il querceto popolato da querce verdi, bianche e da sughero.

Lo stagno di Fontmerle è circondato da 12 ettari di prato sul quale si stagliano salici, pioppi e cipressi calvi che, con l'arrivo dell'autunno, vi sorprenderanno con i loro colori fiammanti. In una zona dello stagno scoprirete piante acquatiche come canneti, giunchi, carex e iris, ma durante l’estate verrete conquistati dallo spettacolo del loto in fiore. Impiantato nel 1970, questa pianta acquatica fiorisce nel mese di agosto, ricoprendo una parte dello stagno con superbi fiori rosa che emergono da grandi foglie rotonde, il cui diametro supera i 50 cm.

Tenetevi pronti allo spettacolo che vi offre la vegetazione, con uccelli dalle forme più varie e dai piumaggi più cangianti. Infatti qui si trovano una sessantina di specie sedentarie o migratrici (anatre, gallinelle d’acqua, aironi, folaghe, garzette...) che vivono o sostano temporaneamente in questo stagno. Nelle sue acque calme trovano riparo carpe, tinche, anguille e anfibi.
Nel bosco, alcuni conigli selvatici, volpi e cinghiali sfuggono alla curiosità degli escursionisti.

Come arrivare?
Con l’autostrada A8:
•    Uscire ad Antibes e prendere la direzione Sophia-Antipolis, in seguito la strada dipartimentale 35 in direzione di Mougins
•    Uscire a Cannes in direzione Mougins e immettersi sulla strada dipartimentale 35; sulla destra la piccola stradina dello stagno di Fontmerle conduce allo stagno.
•    Da Valbonne, prendere la strada dipartimentale 103 poi la RD 35.
•    Da Vallauris, prendere la strada dipartimentale 135 in direzione di Mougins.

Dove parcheggiare?
Vista la grande estensione del parco, sono presenti diversi parcheggi ripartiti in tutta l’area.

Le Strutture
•    Sanitarie e/o fontanelle: collocate in prossimità dei giochi per bambini e dello stagno di Fontmerle.
•    Osservatorio ornitologico: una piattaforma di osservazione della flora e della fauna, situata vicino lo stagno di Fontmerle, permette il riconoscimento delle diverse specie.
•    Aree giochi: delle aree giochi per bambini sono collocate nel grande prato vicino alla strada dipartimentale 35.
•    Escursioni a piedi: gli amanti delle escursioni hanno a loro disposizione numerosi sentieri e piste chiusi alla circolazione. Un sentiero accessibile alle persone a mobilità ridotta è stato predisposto a Fontmerle.
•    Percorsi equestri: 8 km di sentieri equestri segnalati percorrono i dintorni dei clubs ippici di Mougins.
•    Percorso salute: un percorso salute (1,4 km), predisposto in prossimità dello stadio, fa da cornice alla collina delle Clausonnes, invitando all’esercizio fisico con le sue attrezzature in legno.
•    Sentiero scoperta: un itinerario pedagogico permette di scoprire gli insetti mediterranei.
•    Dieci pannelli sono dotati di placche in rilievo per le persone non vedenti.
•    Un itinerario pedagogico accessibile alle persone a mobilità ridotta permette di scoprire le praterie e lo stagno di Fontmerle.
•    Cinque pannelli sono dotati di placche in rilievo per le persone non vedenti.